Torna a Eventi FPA

Main partner

Tutti i partner...

Programma Congressuale

giovedì, 14 gennaio mattina

12:30
13:30

Organizzare i servizi della PA in maniera snella: risparmio e innovazione[webinar_nexive]

Lean thinking significa fare di più con meno: meno tempo, meno sforzo, meno spazio, meno capitale investito.

Se da una parte le tecnologie possono, infatti aiutare a ottimizzare la spesa pubblica senza rinunciare alla qualità dei servizi è anche vero che veri cambiamenti si passo si ottengono solo incidendo sull’organizzazione e sui processi.

Il seminario proposto FPA in collaborazione con Nexive si pone l’obiettivo di presentare alle organizzazioni pubbliche l’approccio lean al managemnet dell’ente, anche attraverso l’illustrazione di alcuni casi concreti di pa che lo hanno studiato e messo in pratica.

Nel corso dell’evento Nexive, operatore privato di primo piano nel mercato postale nazionale, con 500 milioni di buste movimentate, 700 filiali attive e oltre 5.500 addetti sul territorio, presenterà il proprio modello organizzativo messo a disposizione del settore pubblico per i servizi di comunicazione multicanale PA-cittadini.

 

La partecipazione è gratuita, occorre registrarsi on line

venerdì, 15 gennaio mattina

12:00
13:00

I Cantieri della PA digitale. Un percorso per sostenere l’economia digitale in Italia[webinar_cantieri]

Il processo di modernizzazione della PA può essere un’importante occasione per il sistema della PMI italiane. CantieriPA è la nuova iniziativa FPA per monitorare, stimolare e favorire l’effettiva execution dei progetti di innovazione e accompagnare le PMI al mercato pubblico mediante azioni di advocacy, momenti di networking, strumenti e occasioni di lavoro collaborativo.

Il prossimo 15 gennaio FPA propone un incontro on line dedicato alle imprese orientate al mercato PA per illustrare i dettagli del Progetto e le opportunità di business legate all’adesione.

CantieriPA offre:

  • networking, finalizzato alla costruzione di relazioni e partnership con amministratori e referenti politici;
  • mappatura dei soggetti coinvolti, dei decisori e degli influencer nell’area di interesse del Cantiere;
  • advocacy, in grado di influenzare le politiche pubbliche e l'allocazione delle risorse;
  • analisi dei trend di investimento, delle migliori esperienze, dello scenario tecnologico di riferimento e dei principali ostacoli all'attuazione dei processi di innovazione digitale;
  • lead generation di possibili clienti interessati ai prodotti/servizi offerti e alla sperimentazione attraverso prototipi/casi pilota.

 

CantieriPA, dieci aree di lavoro multicanale, dedicate ciascuna a un tema specifico del processo di digitalizzazione della PA: 

  • Sanità digitale -  Servizi, tecnologie, modelli per la salute e il benessere del cittadino
  • Giustizia digitale - Tecnologie e modelli per l'innovazione digitale e il miglioramento organizzativoâ del sistema giudiziario
  • Scuola digitale - Strumenti, piattaforme e competenze per una Scuola sempre più digitale (PNSD)
  • Documenti digitali - Dematerializzazione, gestione e archiviazione dei documenti per una PA più efficiente, a cominciare dalla relazione tra la PA e i suoi Fornitori
  • Cittadinanza digitale - Strumenti e servizi per una migliore interazione tra cittadini e amministrazioni, Open Data, (art. 1 Legge "Madia")
  • Sicurezza digitale - Tecnologie, modelli e infrastrutture per la cyber security dei sistemi informatici e dei dati pubblici
  • Infrastruttura digitale - Razionalizzazione dei data center, reti di trasporto e connettività, cloud e interoperabilità per un'Italia digitale
  • Data management - Big Data, Data analitycs, il valore pubblico dell'informazione
  • Pagamenti digitali - Il digitale che entra nei sistemi di incasso della PA
  • Procurement dell'innovazione - Strumenti innovativi per l'acquisto di beni e servizi tecnologici da parte del settore pubblico

 

La partecipazione al webinar è gratuita, ma è necessario iscriversi online

 


Da ottobre 2015 FPA s.r.l. è il nuovo nome della società che da oltre 26 anni organizza FORUM PA l'appuntamento che ogni anno a maggio al Palazzo dei Congressi di Roma si propone come punto di incontro e collaborazione tra pubblica amministrazione, imprese, mondo della ricerca e società civile. Alla base del nuovo nome c'è la consapevolezza e la volontà di non esaurire la nostra azione di ricerca e confronto con gli stakeholder dell’innovazione nei tre giorni della Manifestazione di Roma, ma di sostenerla durante tutto l'arco dell'anno con molteplici attività di relazioni pubbliche, comunicazione istituzionale e percorsi di assistenza alle amministrazioni pubbliche nei processi di innovazione e cambiamento. Dal 2015 il nostro ingresso nel gruppo Digital 360, realtà di successo nell’ambito della ricerca e consulenza sui temi dell’Innovazione e dell’Imprenditorialità digitale, ci mette a disposizione un ulteriore network di professionalità in ambito tecnologico, redazionale e legale.

mercoledì, 3 febbraio mattina

12:00
13:00

Gli indicatori di performance degli immobili in uso alle PAC: guida all’utilizzo dell’applicativo IPer dell’Agenzia del Demanio[webinar_agenzia demanio]

Agenzia del demanio e FPA propongono un seminario on line dedicato ad approfondire le modalità di utilizzo dell’applicativo informatico Iper (Indicatori di Performance), sviluppato dall’Agenzia per adempiere al disposto normativo (art. 1, comma 387 della legge 147/2013) che prevede - nel percorso di attuazione di iniziative volte alla contrazione della spesa pubblica – l’elaborazione di indicatori di performance degli immobili utilizzati dalle Pubbliche Amministrazioni Centrali, sulla base dei dati di costo e consumo comunicati all’Agenzia attraverso il PortalePA.

Conclusa la fase di raccolta dei dati riferiti all’annualità 2014 l’Agenzia ha reso disponibili alle Amministrazioni interessate gli indicatori relativi agli immobili in uso alle stesse.

Il seminario si propone pertanto la finalità di illustrare il funzionamento dell’applicativo, valido strumento a supporto delle Amministrazioni per l’adozione di opportune azioni
correttive volte alla razionalizzazione dei costi di utilizzo degli immobili.

La partecipazione è gratuita, occorre registrarsi on line.

giovedì, 11 febbraio mattina

12:30
13:30

E-participation: le tecnologie digitali e mobile per rinnovare l’alleanza tra cittadini e pubblica amministrazione[webinar_posytron]

Le nostre città sono sistemi sempre più complessi, con tanti servizi da governare ma risorse spesso limitate. Dare vita a una Smart City significa pensare a un nuovo modello di spazio urbano dove, in un orizzonte di lungo periodo, la governance sia partecipativa, ispirata a criteri di efficienza e sostenibilità, sempre orientata alla qualità di vita dei cittadini.

La tecnologia gioca un ruolo fontamentale nel rendere concreto questo modello: pensiamo ad esempio alle piattaforme web e mobile che permettono alle persone di segnalare problemi e disservizi nella propria città, partecipando così alla sua manutenzione e contribuendo a renderla più vivibile e più bella. Si tratta di piattaforme che, se associate a un ridisegno dei processi interni, portano risultati importanti dal punto di vista dell’ottimizzazione degli interventi di manutenzione sul territorio, la riduzione dei costi complessivi e la maggiore soddisfazione dei cittadini.

Tanti i casi a livello internazionale – uno dei più celebri è FixMyStreet, la piattaforma open source creata dalla Ong britannica MySociety – ma non mancano soluzioni made in Italy, come ePart, utilizzata da numerosi Comuni italiani. Noto come ‘Il social network dei cittadini che partecipano’, ePart consente di segnalare da PC, smartphone o tablet problemi o disservizi in qualsiasi Comune italiano: dai lampioni guasti ai marciapiedi dissestati, dalle aiuole trascurate alle barriere architettoniche, fino ai comportamenti poco civili o potenzialmente pericolosi. Attraverso ePart la segnalazione arriva agli uffici competenti, dando al cittadino la possibilità di seguirne in modo trasparente l’iter, fino alla risoluzione del problema.

In questo webinar, organizzato da FPA in collaborazione con Posytron, parleremo di cosa significa oggi creare una “nuova alleanza” tra cittadini e PA e, partendo anche dall’esperienza di amministrazioni che stanno lavorando in questo senso, cercheremo di analizzare le caratteristiche che devono avere gli strumenti di supporto a queste politiche.

La partecipazione è gratuita, occorre registrarsi on line.

martedì, 8 marzo mattina

12:30
13:30

Flussi documentali e Protocollo informatico: la PA tende la mano al cittadino[webinar_poste_8marzo2016]

Ad oggi il 68% delle istanze verso la PA (33 milioni di documenti) sono ancora presentate in modalità cartacea presso gli sportelli della PA stessa. Situazione analoga si verifica nel caso in cui è la PA a scrivere ai cittadini comunicazioni di valore legale: ogni anno la PA invia circa 150 milioni di oggetti postali cartacei.

Il CAD ha esortato l’utilizzo all’interno delle Amministrazioni dei processi documentali e a partire dall'11 ottobre 2015 le Pubbliche Amministrazioni sono tenute, in base all'articolo 7, comma 5 delle Regole tecniche dell’AGID, ad inviare in conservazione il registro giornaliero di protocollo informatico entro la giornata lavorativa successiva. Il protocollo informatico diventa quindi l’entry point per le comunicazioni tra Amministrazioni ed Amministrazioni e cittadini, abilitando la gestione dei flussi documentali e l'insieme di funzionalità che consentono di gestire e organizzare la documentazione ricevuta e prodotta dalle amministrazioni.

Su questo tema FPA in collaborazione con Poste Italiane organizza martedì 8 marzo un seminario on line: la partecipazione è libera e gratuita ma occorre registrarsi on line.

martedì, 22 marzo mattina

12:30
13:30

SPID: speranze e prospettive per la dorsale digitale del paese[webinar_poste_22marzo2016]

Il Sistema Pubblico per la gestione dell’Identità digitale (SPID), nel rispetto del Regolamento eIDas, è la soluzione che l’Italia accrediterà in Europa al fine di garantire la sicurezza nelle transazioni on line per favorire l’attuazione del Digital Single Market. Il progetto, che si inquadra in un insieme di azioni volte a realizzare l’e-Gov nella cornice del Digital Single Market favorendo e permettendo a tutti di poter interagire anche a livello transnazionale con i servizi digitali erogati dalle pubbliche amministrazioni, costituisce un importante tassello della interoperabilità fra i diversi attori.

Le pubbliche amministrazioni saranno chiamate a rendere disponibili i propri servizi utilizzando le credenziali messe a disposizione di ogni utente dagli Identity Provider. Il progetto sin dai suoi albori rappresenta il primo passo verso la realizzazione di una nuova modalità di usufruire dei servizi in modo progressivamente più “mobile” ed al servizio dei cittadini e delle imprese del territorio.

FPA in collaborazione con Poste Italiane organizza martedì 22 marzo un webinar per analizzare come SPID sia stato recepito dalle Amministrazioni, a seguito dell’emanazione dei regolamenti attuativi emanati dall’Agid e a seguito delle prime sperimentazioni.

La partecipazione è gratuita, occorre registrarsi on line.

cleardot.gif

 

mercoledì, 23 marzo mattina

12:30
13:30

Protocollo informatico: come cambia la gestione documentale nel settore sanitario[webinar_microsoft_23marzo2016]

L’11 ottobre 2015 è scaduto il termine per l'adeguamento al DPCM del 3 dicembre 2013, che stabilisce le regole tecniche, i criteri e le specifiche delle informazioni previste nelle operazioni di registrazione e segnatura di protocollo. La gestione informatica dei documenti dovrebbe portare a una maggiore efficienza, razionalizzazione e trasparenza dei procedimenti e dell’azione amministrativa.

Le aziende sanitarie sono naturalmente coinvolte in questo processo di cambiamento: come lo stanno affrontando? Se ne parlerà mercoledì 23 marzo nel webinar organizzato da FPA in collaborazione con Microsoft e it Consult.

La partecipazione è gratuita, occorre registrarsi on line.

giovedì, 31 marzo mattina

12:30
13:30

Tecnologie per la sanità digitale: una scelta necessaria per rispondere alla nuova domanda di salute[webinar_microsoft_31marzo2016]

La popolazione invecchia, le esigenze di cura stanno cambiando e aumenta la spesa sanitaria pubblica: solo per quella collegata ai “servizi di lunga assistenza” si stima una crescita di circa 6 miliardi l’anno di qui al 2060. Più anziani significherà, infatti, un maggior numero di persone con problemi di autosufficienza e malattie croniche. Pensare a questo tipo di assistenza senza la sanità digitale sarebbe impossibile sia a livello di costi che di qualità del servizio.

Se ne parlerà giovedì 31 marzo nel webinar organizzato da FPA in collaborazione con Microsoft e Healthy Reply.

La partecipazione è gratuita, occorre registrarsi on line.

martedì, 5 aprile mattina

12:30
13:30

Digital first: a FORUM PA 2016 facciamo il punto sulla PA digitale[webinar_FORUMPA2016_5aprile]

La PA deve essere e sarà sempre più digitale. Non è una questione di “moda”: le tecnologie, inserite all’interno di una complessiva riforma culturale e organizzativa delle amministrazioni, sono l’unica strada da percorrere per poter garantire non solo la sostenibilità, ma anche la qualità del servizio offerto.

Importanti novità sono state già varate o partiranno a breve, in un quadro di norme e regolamenti di cui si dovrebbero vedere gli effetti già nei prossimi mesi: pensiamo alle norme dedicate alla digitalizzazione dei sistemi documentari pubblici (protocollo informatico, sistemi di classificazione e fascicolazione elettronica, conservazione dei documenti), ai servizi basati su SPID o ai pagamenti elettronici. Senza dimenticare provvedimenti che investono specifici settori, tutti vitali per il Paese, come il Piano per la Salute digitale, quello per la Scuola digitale, il Processo civile telematico, o l’Innovation Public Procurement dopo la riforma degli appalti pubblici.

E le risorse? L’Osservatorio Agenda Digitale del Politecnico di Milano, censendo quelle messe a disposizione dalla Comunità europea dal 2014 al 2020, stima che si possa contare in totale su 11,5 mld di euro, pari a circa 1,65 mld euro l’anno per l’attuazione dell’Agenda Digitale. La domanda quindi non è se le risorse ci sono ma se le sapremo sfruttare al meglio. E uno dei presupposti perché questo accada è valorizzare la collaborazione tra PA e aziende fornitrici di tecnologie innovative.

In questo senso FORUM PA 2016 (Palazzo dei Congressi di Roma dal 24 al 26 maggio) sarà un'occasione unica di incontro e confronto tra operatori economici, governo centrale e amministrazioni. Aspettando la Manifestazione, il webinar organizzato da FPA per martedì 5 aprile presenta i 26 convegni e seminari che costituiscono ad oggi il  programma congressuale dedicato alla PA digitale e fa il punto sugli strumenti che saranno a disposizione dei partner privati per promuovere progetti o soluzioni dedicati al mondo pubblico.

La partecipazione è gratuita, occorre registrarsi on line.

giovedì, 7 aprile mattina

12:30
13:30

Smart working: lavorare in mobilità[webinar_microsoft_7aprile]

Primo appuntamento del ciclo di tre webinar, organizzato da FPA in collaborazione con Microsoft per approfondire diversi aspetti dello smart working attraverso esempi pratici e con un focus sulle tecnologie che permettono di supportare questa scelta, in particolare le Soluzioni di mobility e Unified Communication.

Le nuove tecnologie consentono di poter lavorare senza essere vincolati alla presenza fisica sul posto di lavoro. Una scelta che, oltre a favorire la conciliazione tra tempi di vita e di lavoro, fa anche aumentare la produttività, tanto che diverse aziende la stanno già adottando anche in Italia: nell’ultimo anno è raddoppiato il numero delle  grandi imprese che hanno in atto progetti strutturati di Smart Working (17% nel 2015, contro l’8% del 2014). Lo smart working o lavoro agile, versione più evoluta del tradizionale telelavoro, dovrebbe avere finalmente a breve una cornice normativa, prevedendo - dato non da poco - la possibilità di applicazione anche ai dipendenti delle Amministrazioni Pubbliche ed  estendendo alla Pa una logica di valutazione basata sui risultati.

Giovedì 7 aprile il focus è sul lavoro in mobilità.

La partecipazione è gratuita, occorre registrarsi on line.

Seguiranno altri due appuntamenti dedicati agli strumenti per il lavoro agile (giovedì 28 aprile) e al tema della protezione dei dati utilizzati ed elaborati dal lavoratore (giovedì 5 maggio).

Partecipando a tutti e tre gli appuntamenti si riceverà un “attestato di percorso”.

giovedì, 28 aprile mattina

12:30
13:30

Smart working: gli strumenti per il lavoro agile[webinar_microsoft_28aprile]

Secondo appuntamento del ciclo di tre webinar, organizzato da FPA in collaborazione con Microsoft per approfondire diversi aspetti dello smart working attraverso esempi pratici e con un focus sulle tecnologie che permettono di supportare questa scelta, in particolare le Soluzioni di mobility e Unified Communication.

Le nuove tecnologie consentono di poter lavorare senza essere vincolati alla presenza fisica sul posto di lavoro. Una scelta che, oltre a favorire la conciliazione tra tempi di vita e di lavoro, fa anche aumentare la produttività, tanto che diverse aziende la stanno già adottando anche in Italia: nell’ultimo anno è raddoppiato il numero delle  grandi imprese che hanno in atto progetti strutturati di Smart Working (17% nel 2015, contro l’8% del 2014). Lo smart working o lavoro agile, versione più evoluta del tradizionale telelavoro, dovrebbe avere finalmente a breve una cornice normativa, prevedendo - dato non da poco - la possibilità di applicazione anche ai dipendenti delle Amministrazioni Pubbliche ed  estendendo alla Pa una logica di valutazione basata sui risultati.

Giovedì 28 aprile il focus è sugli strumenti per il lavoro agile.

La partecipazione è gratuita, occorre registrarsi on line.

Questi gli altri due appuntamenti in programma:

Partecipando a tutti e tre gli appuntamenti si riceverà un “attestato di percorso”.

giovedì, 5 maggio mattina

12:30
13:30

Smart working: lavorare in sicurezza[webinar_microsoft_5maggio]

Terzo e ultimo appuntamento del ciclo di tre webinar, organizzato da FPA in collaborazione con Microsoft per approfondire diversi aspetti dello smart working attraverso esempi pratici e con un focus sulle tecnologie che permettono di supportare questa scelta, in particolare le Soluzioni di mobility e Unified Communication.

Le nuove tecnologie consentono di poter lavorare senza essere vincolati alla presenza fisica sul posto di lavoro. Una scelta che, oltre a favorire la conciliazione tra tempi di vita e di lavoro, fa anche aumentare la produttività, tanto che diverse aziende la stanno già adottando anche in Italia: nell’ultimo anno è raddoppiato il numero delle  grandi imprese che hanno in atto progetti strutturati di Smart Working (17% nel 2015, contro l’8% del 2014). Lo smart working o lavoro agile, versione più evoluta del tradizionale telelavoro, dovrebbe avere finalmente a breve una cornice normativa, prevedendo - dato non da poco - la possibilità di applicazione anche ai dipendenti delle Amministrazioni Pubbliche ed  estendendo alla Pa una logica di valutazione basata sui risultati.

Giovedì 5 maggio il focus è sul tema della protezione dei dati utilizzati ed elaborati dal lavoratore.

Altri due gli appuntamenti in programma dedicati al lavoro in mobilità (giovedì 7 aprile > vai agli attie agli strumenti per il lavoro agile (giovedì 28 aprile > vai agli atti) e 

Partecipando a tutti e tre gli appuntamenti si riceverà un “attestato di percorso”.

martedì, 10 maggio mattina

12:30
13:30

Pagamenti elettronici: quali strumenti per le PA[webinar_mastercard_10maggio]

Il processo di digitalizzazione delle Pubbliche Amministrazioni è ormai nel pieno dei lavori.

Nel percorso di attuazione della strategia per la crescita digitale del Paese, il sistema dei pagamenti elettronici rappresenta un progetto strategico che consente a cittadini ed imprese di eseguire pagamenti in modalità elettronica scegliendo liberamente il prestatore di servizio, gli strumenti di pagamento e il canale tecnologico preferito, e alle pubbliche amministrazioni di velocizzare la riscossione dei crediti (esito in tempo reale e riconciliazione certa ed automatica), ridurre i costi e uniformare i servizi agli utenti.

Il Webinar costituisce un momento di approfondimento e confronto sulla situazione italiana dei pagamenti elettronici e sugli strumenti di pagamento di cui le Pubbliche Amministrazioni possono dotarsi.

La partecipazione è gratuita, occorre registrarsi on line.

giovedì, 12 maggio pomeriggio

14:00
15:00

Cosa cambia col Regolamento eIDAS: impatti sul CAD, opportunità e obblighi[webinar_eidas_12maggio]

Il Regolamento (UE) n. 910/2014 (Regolamento eIDAS) definisce un quadro giuridico comune in Europa per le transazioni elettroniche, a supporto del Mercato Unico Digitale con l’obiettivo di garantire fiducia e certezza nelle transazioni commerciali on-line dei soggetti coinvolti.

In tema di identità, firme e recapito elettronici si passa da un mercato fortemente nazionale con regole definite prevalentemente a livello nazionale (in Italia dal CAD principalmente) a una dimensione europea dove il Regolamento eIDAS definisce le regole del gioco e gli obblighi, come quelli in capo alle PA europee e ai prestatori di servizi di terza parte o fiduciari (Trust Service Providers). Essendo il Regolamento direttamente applicabile si è resa necessaria un’armonizzazione con quanto previsto dal CAD.

Il Regolamento definisce anche servizi fiduciari aggiuntivi rispetto a quelli degli attuali certificatori accreditati, un modello di riferimento e l’obbligo di mutuo riconoscimento per gli schemi di identificazione notificati. Nel quadro strategico europeo relativo alla digitalizzazione dei processi amministrativi, che incoraggia gli Stati membri a dotarsi di un assetto normativo, organizzativo e tecnologico adeguato per la gestione totalmente elettronica negli appalti pubblici.

Il webinar si pone l’obiettivo di fornire un’introduzione e un quadro generale su questi temi.

martedì, 28 giugno mattina

12:30
13:30

Con la tele-collaborazione la sanità del futuro è già qui: scenari, strumenti ed esperienze di telemedicina applicata[webinar_microsoft_28giugno]

La Telemedicina può rappresentare un vero e proprio tsunami tecnologico nell’organizzazione e nell’erogazione dei servizi sanitari, dalla diagnostica alla chirurgia. Non a caso al momento le pratiche più diffuse nelle strutture sanitarie sono il Tele-consulto, presente nel 34% delle aziende, e le soluzioni di Tele-salute (14%). Sembrano coglierne le potenzialità i Medici di medicina generale, tra i quali si registra un considerevole interesse verso queste pratiche (68%) contro, tuttavia, una dato di utilizzo ancora molto basso (fermo al 4%) secondo i dati dell’Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità del Politecnico di Milano.

Se da un lato c’è da domandarsi da dove nascono la difficoltà all’uso di strumenti e all’avvio di pratiche di telemedicina, dall’altro è importante cogliere le opportunità e i vantaggi che già emergono chiaramente dalle esperienze avviate. In questo scenario il Campus Bio Medico di Roma ha avviato un’importante sperimentazione in termini di tele-collaborazione, orientata a migliorare i processi e il risultato in termini di qualità della cura, a partire dalla sala operatoria. Un assaggio della medicina del futuro, che è già realtà. Ne discutiamo con esperti e analisti del mondo della sanità digitale, operatori del settore e fornitori ICT.

Un seminario on line da non perdere, organizzato fa FPA in collaborazione con Microsoft.

La partecipazione è gratuita, occorre registrarsi on line

 

martedì, 27 settembre mattina

12:30
13:30

Modello organizzativo innovativo. Le aziende sanitarie tra riduzione della spesa ed efficiente qualità dell'assistenza[webinar_uptodate_27settembre]

è ON LINE la registrazione del webinar

Un solo click per ottenere in tempo reale informazioni scientifiche. Orientamenti di natura clinica, consigli terapeutici, soluzioni procedurali convalidate dalle buone prassi, tutte informazioni aggregate in un unico strumento computerizzato: il Clinical Decision System (CDS). La soluzione CDS guida l’operatore sanitario al punto di assistenza nel processo decisionale. Oltre 1.100.000 medici in più di 32.000 ospedali di 180 paesi consultano regolarmente la soluzione CDS di Wolters Kluwer-UpToDate e ne garantiscono l’efficienza funzionale: maggiore qualità dell’assistenza ambulatoriale e ospedaliera, tempi di degenza più brevi, riduzione dei tassi di mortalità, impatto sulla standardizzazione sanitaria.

Come cogliere le opportunità offerte da CDS? Coniugare la tracciabilità delle attività assistenziali alle migliori soluzioni basate sulla “medicina delle evidenze” è un livello di ambizione condivisibile. Al centro di questo webinar i vantaggi di un sistema di accesso unificato al CDS e alla cartella clinica elettronica (CCE).

OBIETTIVI:

Obiettivo del webinar è puntare i riflettori sul ruolo che il CDS riveste nel mondo sanitario, con un focus sulla dimensione organizzativa delle aziende sanitarie e sulle procedure di valutazione standardizzata della diagnosi e della cura. Durante il webinar sarà presentata un’esperienza di successo che ha realizzato un generatore di soluzioni immediate nell’ambito clinico.

è ON LINE la registrazione del webinar
 

mercoledì, 12 ottobre mattina

12:30
13:30

Disaster Recovery & Business Continuity: come garantire la sicurezza dei sistemi informativi e la protezione dei dati della PA con le soluzioni in Cloud[webinar_interact_12ottobre]

è ON LINE la registrazione del webinar
 
La vulnerabilità dei sistemi informativi e della conservazione dei dati attuata nella PA locale richiede necessariamente la ricerca di una soluzione capace di garantire la continuità di esercizio dei servizi e la protezione dei dati.

Il processo innovativo avviato per la razionalizzazione dei data center della Pubblica Amministrazione vede come chiave principale l’implementazione di soluzioni basate sul cloud per la salvaguardia dei dati.
Occorre che ogni pubblica amministrazione provveda a definire un piano di disaster recovery e/o bussiness continuity praticabile e sostenibile per prevenire, in casi di disastri, la perdita di informazioni dei sistemi informativi e assicurare così la continuità operativa.

OBIETTIVI

L'obiettivo del webinar, organizzato da FPA e Interact, in partnership con Amazon Web Services, è fornire ai partecipanti una visione reale e concreta degli strumenti disponibili per la PA, al fine di identificare e pianificare la strategia mirata al disaster recovery & business continuity.

L’approccio al disaster recovery & business continuity sarà dettagliato nei suoi aspetti principali dal punto di vista tecnico, normativo e commerciale, al fine di dare la massima consapevolezza, a chi gestisce i processi ICT della propria PA, sulle modalità con cui tenere i dati in sicurezza, senza mettere a rischio la continuità operativa delle proprie attività istituzionali strettamente connesse al funzionamento del sistema ICT.

è ON LINE la registrazione del webinar

martedì, 18 ottobre mattina

12:30
13:30

Servizi digitali nativi per semplificare la vita dei cittadini. Come e perché partire dalla gestione documentale[webinar_kdm_18ottobre]

è ON LINE la registrazione del webinar
 
La promessa dei servizi digitali, già espressa dalle prime strategie di e-government anni ’90, è stata ad oggi mantenuta? Cittadini e imprese possono davvero accedere a tutti i dati, documenti e servizi di loro interesse in modalità digitale, ottenendo dalla PA una risposta rapida, uniforme ed efficiente? Un tema ancora di massima attualità per la vita di tutti i cittadini e per gli operatori economici delle città italiane, ancora una sfida da vincere per gli amministratori locali. Cosa si è mosso finora e soprattutto quali gli approcci e i modelli vincenti? Perché un servizio digitale deve essere “digitale nativo” o rischia di non funzionare? 
 
Obiettivo del webinar è accendere i riflettori sulla digitalizzazione dei servizi degli enti locali, con un focus sui processi retrostanti e sugli strumenti in campo, mettendo al centro un’esperienza di successo, quella del Comune di Monza che ha lavorato per inserire la digitalizzazione dei servizi in una più ampia strategia di miglioramento  e di crescita sociale ed economica della propria comunità e che è stato  selezionato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per gli Affari Regionali per aiutare gli altri Comuni della Brianza nei progetti di innovazione digitale e automazione dei servizi al cittadino. 
 

è ON LINE la registrazione del webinar

 

mercoledì, 16 novembre mattina

12:00
13:00

Accedere ai Fondi del Tesoro per i mutui prima casa: Domande&Risposte[webinar_MEF_16novembre]

Il Webinar, organizzato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze nell’ambito della campagna #Casaconviene, offre la possibilità di far conoscere meglio a chi si occupa di politiche dell’abitare nel settore pubblico o privato, ma anche a chiunque sia interessato all’acquisto di una prima casa, gli strumenti finanziari  messi a disposizione dal Governo per facilitare l’accesso al mutuo e sospendere il pagamento delle rate nel caso di una  temporanea difficoltà economica.

Ne parlano i responsabili dell’iniziativa presso il Dipartimento del Tesoro,  ai quali sarà possibile rivolgere domande

Materiali informativi
Sito ufficiale: casa.governo.it
 
Clicca qui per la registrazione video integrale del Webinar.

mercoledì, 14 dicembre mattina

12:30
13:30

Non solo dematerializzazione. Come digitalizzare i processi dell’ente locale per semplificare servizi e risparmiare risorse[webinar_KDM_14dicembre]

La digitalizzazione dei servizi è un’esigenza acquisita per cittadini e imprese. Cosa succede “dietro” le quinte, negli uffici della PA? Come coniugare la semplificazione nell’accesso ai servizi della persona riducendo la necessità dell’accesso fisico agli uffici pubblici con l’opportunità per la PA di risparmiare tempi e costi, ottimizzando il lavoro delle proprie risorse umane? 

Al centro di questo webnar la gestione del flusso documentale, stavolta con un focus sulla riorganizzazione dei processi e sulla loro digitalizzazione in ambito “ente locale”, con l’esperienza del Comune di Monza che ha avviato un importante lavoro di digitalizzazione proprio in questa direzione.

Clicca qui per la registrazione video integrale del Webinar

Con il patrocinio di