Torna a Eventi FPA

partner

Poste Italiane

Poste Italiane è il più grande Gruppo italiano e offre prodotti e servizi nei settori della corrispondenza, della logistica, dei sistemi di pagamento, dei servizi finanziari e delle assicurazioni. Poste Italiane è quotata alla Borsa di Milano dal 2015. I suoi maggiori azionisti sono il Ministero dell’Economia e delle Finanze e la Cassa Depositi e Prestiti. Dal maggio 2017 Maria Bianca Farina è il presidente e Matteo Del Fante è l'amministratore delegato e direttore generale di Poste Italiane.

Nel 2016 il Gruppo ha prodotto un risultato netto di 622 milioni di euro, in crescita del 12,7% rispetto all’anno precedente, su un giro d’affari complessivo di 33,1 miliardi.

L’azienda opera come infrastruttura strategica per la modernizzazione del Paese e adotta le più evolute tecnologie digitali per ampliare ed aggiornare la gamma di servizi.

Poste Italiane dispone di piattaforme tecnologiche avanzate che hanno permesso la diffusione nel Paese dei sistemi di pagamento digitale ed ha consolidato la propria presenza nelle attività di corriere espresso legata allo sviluppo dell’eCommerce. Poste Italiane ha inoltre avviato un percorso di crescita nel settore del risparmio gestito.

La presenza capillare sul territorio e la capacità di integrare servizi di comunicazione e di logistica, servizi finanziari e sistemi di pagamento con piattaforme tecnologiche evolute, consente a Poste Italiane di svolgere un ruolo importante a fianco della Pubblica Amministrazione centrale e locale nell’offerta e nella semplificazione dei servizi al cittadino e all’impresa.

In questa direzione vanno anche le novità introdotte da Poste Italiane come la connettività wi-fi gratuita in oltre 3.500 uffici postali su tutto il territorio nazionale, gli sportelli multilingue dedicati ai “nuovi italiani” e il lancio di App gratuite per smartphone e tablet che consentono di eseguire in modo semplice numerose operazioni postali e finanziarie in mobilità.


E' partner di

giovedì, 11 Febbraio 2016

12:30
13:30

E-participation: le tecnologie digitali e mobile per rinnovare l’alleanza tra cittadini e pubblica amministrazione[webinar_posytron]

Le nostre città sono sistemi sempre più complessi, con tanti servizi da governare ma risorse spesso limitate. Dare vita a una Smart City significa pensare a un nuovo modello di spazio urbano dove, in un orizzonte di lungo periodo, la governance sia partecipativa, ispirata a criteri di efficienza e sostenibilità, sempre orientata alla qualità di vita dei cittadini.

La tecnologia gioca un ruolo fontamentale nel rendere concreto questo modello: pensiamo ad esempio alle piattaforme web e mobile che permettono alle persone di segnalare problemi e disservizi nella propria città, partecipando così alla sua manutenzione e contribuendo a renderla più vivibile e più bella. Si tratta di piattaforme che, se associate a un ridisegno dei processi interni, portano risultati importanti dal punto di vista dell’ottimizzazione degli interventi di manutenzione sul territorio, la riduzione dei costi complessivi e la maggiore soddisfazione dei cittadini.

Tanti i casi a livello internazionale – uno dei più celebri è FixMyStreet, la piattaforma open source creata dalla Ong britannica MySociety – ma non mancano soluzioni made in Italy, come ePart, utilizzata da numerosi Comuni italiani. Noto come ‘Il social network dei cittadini che partecipano’, ePart consente di segnalare da PC, smartphone o tablet problemi o disservizi in qualsiasi Comune italiano: dai lampioni guasti ai marciapiedi dissestati, dalle aiuole trascurate alle barriere architettoniche, fino ai comportamenti poco civili o potenzialmente pericolosi. Attraverso ePart la segnalazione arriva agli uffici competenti, dando al cittadino la possibilità di seguirne in modo trasparente l’iter, fino alla risoluzione del problema.

In questo webinar, organizzato da FPA in collaborazione con Posytron, parleremo di cosa significa oggi creare una “nuova alleanza” tra cittadini e PA e, partendo anche dall’esperienza di amministrazioni che stanno lavorando in questo senso, cercheremo di analizzare le caratteristiche che devono avere gli strumenti di supporto a queste politiche.

La partecipazione è gratuita, occorre registrarsi on line.

Torna alla lista dei Partner