Torna a Eventi FPA

partner

Microsoft

Microsoft Italia è parte integrante e attiva dell’area Western Europe di Microsoft, leader mondiale nel software, nei servizi e nelle tecnologie internet per la gestione delle informazioni di persone ed imprese. Fondata nell'ottobre del 1985, la filiale italiana è presente sul territorio italiano con tre sedi principali, a Milano, Roma e Torino. Conta oltre 850 dipendenti e 25mila aziende partner. E’ anche grazie a loro che l’azienda è diventata una delle protagoniste dell'evoluzione informatica e dello sviluppo del nostro paese, accompagnando milioni di imprese e individui verso l'innovazione tecnologica. In particolare, Microsoft Italia ha attivato numerosi programmi volti a sensibilizzare aziende e consumatori sui benefici derivanti dalle soluzioni cloud computing.
Consapevole del proprio ruolo di leader tecnologico, Microsoft sostiene attivamente il processo di digitalizzazione della Pubblica Amministrazione in Italia, condividendo gli obiettivi e le priorità dell’Agenda Digitale e mettendo a disposizione della PA competenze, risorse, specialisti ICT e soluzioni all’avanguardia, in modalità cloud e tradizionale. Microsoft desidera favorire con responsabilità e attraverso soluzioni tecnologiche innovative l’aumento della produttività del comparto, impegnandosi attivamente nel cercare di tradurre in realtà le promesse dell’eGovernment e dell’eHealth. L’offerta Microsoft e dei suoi partner fornisce agli enti pubblici una serie di soluzioni basate su standard aperti, in grado di migliorare i loro rapporti con i cittadini e le imprese del territorio e di risolvere le più complesse sfide dell’innovazione della pubblica amministrazione.

 


E' partner di

mercoledì, 23 marzo 2016

12:30
13:30

Protocollo informatico: come cambia la gestione documentale nel settore sanitario[webinar_microsoft_23marzo2016]

L’11 ottobre 2015 è scaduto il termine per l'adeguamento al DPCM del 3 dicembre 2013, che stabilisce le regole tecniche, i criteri e le specifiche delle informazioni previste nelle operazioni di registrazione e segnatura di protocollo. La gestione informatica dei documenti dovrebbe portare a una maggiore efficienza, razionalizzazione e trasparenza dei procedimenti e dell’azione amministrativa.

Le aziende sanitarie sono naturalmente coinvolte in questo processo di cambiamento: come lo stanno affrontando? Se ne parlerà mercoledì 23 marzo nel webinar organizzato da FPA in collaborazione con Microsoft e it Consult.

La partecipazione è gratuita, occorre registrarsi on line.

giovedì, 31 marzo 2016

12:30
13:30

Tecnologie per la sanità digitale: una scelta necessaria per rispondere alla nuova domanda di salute[webinar_microsoft_31marzo2016]

La popolazione invecchia, le esigenze di cura stanno cambiando e aumenta la spesa sanitaria pubblica: solo per quella collegata ai “servizi di lunga assistenza” si stima una crescita di circa 6 miliardi l’anno di qui al 2060. Più anziani significherà, infatti, un maggior numero di persone con problemi di autosufficienza e malattie croniche. Pensare a questo tipo di assistenza senza la sanità digitale sarebbe impossibile sia a livello di costi che di qualità del servizio.

Se ne parlerà giovedì 31 marzo nel webinar organizzato da FPA in collaborazione con Microsoft e Healthy Reply.

La partecipazione è gratuita, occorre registrarsi on line.

giovedì, 7 aprile 2016

12:30
13:30

Smart working: lavorare in mobilità[webinar_microsoft_7aprile]

Primo appuntamento del ciclo di tre webinar, organizzato da FPA in collaborazione con Microsoft per approfondire diversi aspetti dello smart working attraverso esempi pratici e con un focus sulle tecnologie che permettono di supportare questa scelta, in particolare le Soluzioni di mobility e Unified Communication.

Le nuove tecnologie consentono di poter lavorare senza essere vincolati alla presenza fisica sul posto di lavoro. Una scelta che, oltre a favorire la conciliazione tra tempi di vita e di lavoro, fa anche aumentare la produttività, tanto che diverse aziende la stanno già adottando anche in Italia: nell’ultimo anno è raddoppiato il numero delle  grandi imprese che hanno in atto progetti strutturati di Smart Working (17% nel 2015, contro l’8% del 2014). Lo smart working o lavoro agile, versione più evoluta del tradizionale telelavoro, dovrebbe avere finalmente a breve una cornice normativa, prevedendo - dato non da poco - la possibilità di applicazione anche ai dipendenti delle Amministrazioni Pubbliche ed  estendendo alla Pa una logica di valutazione basata sui risultati.

Giovedì 7 aprile il focus è sul lavoro in mobilità.

La partecipazione è gratuita, occorre registrarsi on line.

Seguiranno altri due appuntamenti dedicati agli strumenti per il lavoro agile (giovedì 28 aprile) e al tema della protezione dei dati utilizzati ed elaborati dal lavoratore (giovedì 5 maggio).

Partecipando a tutti e tre gli appuntamenti si riceverà un “attestato di percorso”.

giovedì, 28 aprile 2016

12:30
13:30

Smart working: gli strumenti per il lavoro agile[webinar_microsoft_28aprile]

Secondo appuntamento del ciclo di tre webinar, organizzato da FPA in collaborazione con Microsoft per approfondire diversi aspetti dello smart working attraverso esempi pratici e con un focus sulle tecnologie che permettono di supportare questa scelta, in particolare le Soluzioni di mobility e Unified Communication.

Le nuove tecnologie consentono di poter lavorare senza essere vincolati alla presenza fisica sul posto di lavoro. Una scelta che, oltre a favorire la conciliazione tra tempi di vita e di lavoro, fa anche aumentare la produttività, tanto che diverse aziende la stanno già adottando anche in Italia: nell’ultimo anno è raddoppiato il numero delle  grandi imprese che hanno in atto progetti strutturati di Smart Working (17% nel 2015, contro l’8% del 2014). Lo smart working o lavoro agile, versione più evoluta del tradizionale telelavoro, dovrebbe avere finalmente a breve una cornice normativa, prevedendo - dato non da poco - la possibilità di applicazione anche ai dipendenti delle Amministrazioni Pubbliche ed  estendendo alla Pa una logica di valutazione basata sui risultati.

Giovedì 28 aprile il focus è sugli strumenti per il lavoro agile.

La partecipazione è gratuita, occorre registrarsi on line.

Questi gli altri due appuntamenti in programma:

Partecipando a tutti e tre gli appuntamenti si riceverà un “attestato di percorso”.

giovedì, 5 maggio 2016

12:30
13:30

Smart working: lavorare in sicurezza[webinar_microsoft_5maggio]

Terzo e ultimo appuntamento del ciclo di tre webinar, organizzato da FPA in collaborazione con Microsoft per approfondire diversi aspetti dello smart working attraverso esempi pratici e con un focus sulle tecnologie che permettono di supportare questa scelta, in particolare le Soluzioni di mobility e Unified Communication.

Le nuove tecnologie consentono di poter lavorare senza essere vincolati alla presenza fisica sul posto di lavoro. Una scelta che, oltre a favorire la conciliazione tra tempi di vita e di lavoro, fa anche aumentare la produttività, tanto che diverse aziende la stanno già adottando anche in Italia: nell’ultimo anno è raddoppiato il numero delle  grandi imprese che hanno in atto progetti strutturati di Smart Working (17% nel 2015, contro l’8% del 2014). Lo smart working o lavoro agile, versione più evoluta del tradizionale telelavoro, dovrebbe avere finalmente a breve una cornice normativa, prevedendo - dato non da poco - la possibilità di applicazione anche ai dipendenti delle Amministrazioni Pubbliche ed  estendendo alla Pa una logica di valutazione basata sui risultati.

Giovedì 5 maggio il focus è sul tema della protezione dei dati utilizzati ed elaborati dal lavoratore.

Altri due gli appuntamenti in programma dedicati al lavoro in mobilità (giovedì 7 aprile > vai agli attie agli strumenti per il lavoro agile (giovedì 28 aprile > vai agli atti) e 

Partecipando a tutti e tre gli appuntamenti si riceverà un “attestato di percorso”.

martedì, 28 giugno 2016

12:30
13:30

Con la tele-collaborazione la sanità del futuro è già qui: scenari, strumenti ed esperienze di telemedicina applicata[webinar_microsoft_28giugno]

La Telemedicina può rappresentare un vero e proprio tsunami tecnologico nell’organizzazione e nell’erogazione dei servizi sanitari, dalla diagnostica alla chirurgia. Non a caso al momento le pratiche più diffuse nelle strutture sanitarie sono il Tele-consulto, presente nel 34% delle aziende, e le soluzioni di Tele-salute (14%). Sembrano coglierne le potenzialità i Medici di medicina generale, tra i quali si registra un considerevole interesse verso queste pratiche (68%) contro, tuttavia, una dato di utilizzo ancora molto basso (fermo al 4%) secondo i dati dell’Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità del Politecnico di Milano.

Se da un lato c’è da domandarsi da dove nascono la difficoltà all’uso di strumenti e all’avvio di pratiche di telemedicina, dall’altro è importante cogliere le opportunità e i vantaggi che già emergono chiaramente dalle esperienze avviate. In questo scenario il Campus Bio Medico di Roma ha avviato un’importante sperimentazione in termini di tele-collaborazione, orientata a migliorare i processi e il risultato in termini di qualità della cura, a partire dalla sala operatoria. Un assaggio della medicina del futuro, che è già realtà. Ne discutiamo con esperti e analisti del mondo della sanità digitale, operatori del settore e fornitori ICT.

Un seminario on line da non perdere, organizzato fa FPA in collaborazione con Microsoft.

La partecipazione è gratuita, occorre registrarsi on line

 

Torna alla lista dei Partner